L’I Ching (Yi Jing) è un libro di strategie esistenziali a disposizione di chi desidera essere consapevolmente artefice del proprio destino.
Il Libro dei Mutamenti si rivolge esplicitamente all'”uomo nobile“, junzi 君子 (letteralmente “figlio di nobili”). Con questo termine venivano anticamente indicati gli appartenenti all’aristocrazia, ma Confucio ne ribaltò completamente il significato stabilendo il primato della nobiltà morale e spirituale della persona, indipendentemente dalle sue origini sociali.

Secondo l’agiografia ufficiale Confucio soleva dire: “se mi fosse dato ancora un tempo da vivere, con 50 anni di studio dell’I Ching potrei non commettere gravi errori” e compulsava costantemente la sua copia personale del Libro dei Mutamenti fino a consumarla, tanto da essere stato costretto a farla rifoderare per ben tre volte (per essere più precisi dovette far sostituire i laccetti di cuoio che tenevano insieme le listarelle di bambù con le quali venivano all’epoca fabbricati i libri).
In realtà, dal punto di vista storico, non è ben chiaro se Confucio conoscesse effettivamente l’I Ching, che si stabilizzò nella sua forma attuale e divenne un testo canonico solo alcuni secoli dopo la sua morte, ma fu invece la scuola confuciana ad elaborare i commentari ufficiali dell’I Ching, le cosiddette “Dieci Ali”, che rappresentano l’evoluzione “filosofica” del testo divinatorio originale.

Nel Libro dei Mutamenti il contraltare del nobile è l'”ignobile”, la persona meschina che non è in grado di dirigere il proprio destino e di operare delle scelte perché è schiava degli avvenimenti ed agisce e reagisce in modo meccanico e predeterminato. Invece il “nobile” sa “riconosce i germi”, sa comprendere la dinamica di sviluppo delle situazioni, ed è quindi in grado di indirizzare consapevolmente la sua vita.

Il Maestro [Confucio] disse: Conoscere i germi, ciò è certamente divino. Il nobile non è servile nei rapporti verso l’alto, non è presuntuoso verso coloro che stanno in basso. Egli conosce bene i germi. I germi sono il primo impercettibile inizio del moto, sono ciò che della salute (e della sciagura) si mostra per primo. Il nobile vede i germi ed agisce subito, non aspetta un giorno intero.
Nei Mutamenti è detto: – Saldo come una pietra. Nemmeno un giorno intero. Perseveranza reca salute. –
Saldo come una pietra, perché mai un giorno intero?
E’ facile a sapersi la sentenza.
Il nobile conosce le cose nascoste e le palesi.
Conosce quelle deboli, anche le forti conosce.
Per questo le miriadi innalzano lo sguardo a lui.
(Da Zhuan “Il Grande Commentario”, sez. 2, cap. 5, par. 11, fa riferimento alla seconda linea dell’esagramma 16 “Il Fervore”)

L’I Ching descrive 64 situazioni tipo, gli esagrammi, si tratta di altrettante sfide esistenziali che ricoprono tutti i possibili cambiamenti che si presentano nella vita, ognuna di esse richiede una comprensione specifica delle dinamiche energetiche in gioco ed una modalità di azione adeguata.
Ogni situazione si sviluppa in 6 passaggi critici principali in sequenza temporale rappresentati dalle 6 linee: la prima linea descrive l’ingresso nella situazione specifica, le successive gli sviluppi e l’ultima l’uscita dalla situazione.
Conoscere “i germi” fin dall’inizio, quando la comprensione delle dinamiche in corso è per forza di cose più nebulosa, consente di effettuare liberamente le proprie scelte, cosa che certamente diventerà sempre più difficile nel succedersi degli avvenimenti. Ma ogni situazione, per quanto complessa, consente comunque al “nobile” una prospettiva evolutiva.

Nella maggioranza dei casi viene suggerita una strategia di comportamento “Yin“, di adattamento alla situazione.

Bisogna ad esempio imparare a seguire:
Se il nobile ha da imprendere una cosa e vuol precedere
Egli si smarrisce; se invece segue egli trova guida.
(Esagramma 2, Sentenza)

Bisogna sapersi fermare quando è necessario:
Il nobile comprende i segni del tempo,
E piuttosto rinuncia.
Continuare ad agire reca svergognamento.
(Esagramma 3, Terza Linea)

Bisogna saper attendere ed utilizzare i momenti di quiete per ristabilire le proprie energie:
L’immagine dell’attesa.
Così il nobile mangia e beve, ed è lieto e fidente.
(Esagramma 5, Grande Immagine)
Così il nobile al tempo del crepuscolo rincasa
Per ristorarsi e riposare.
(Esagramma 17, Grande Immagine)

Ma le virtù più grandi per il “nobile” sono la modestia e l’umiltà, non a caso uno degli esagrammi con il responso più favorevole è proprio quello denominato “La Modestia”:
L’immagine della modestia.
Così il nobile diminuisce quello che è troppo,
Ed aumenta quello che è poco.
Egli pondera le cose e le rende uguali.
(Esagramma 15, Grande Immagine)
Un nobile meritevolmente modesto porta a termine.
Salute!
(Esagramma 15, Terza Linea)

In linea generale adottare un atteggiamento Yin significa mettersi al servizio degli altri, ma ciò non deve andare a scapito della propria integrità e del rispetto per se stessi che sono gli aspetti Yang complementari.
Solo in una minoranza di casi è invece necessaria una condotta “Yang“, decisa e risoluta. Ad esempio:

Il moto del cielo è vigoroso.
Così il nobile rende se stesso forte ed instancabile.
(Esagramma 1, Grande Immagine)

Cosi il nobile ostacola il male e favorisce il bene
Ed obbedisce così alla benigna volontà del cielo.
(Esagramma 14, Grande Immagine)

Così il nobile sta saldo e non muta l’indirizzo suo.
(Esagramma 33, Grande Immagine)

Così il nobile rende splendenti le sue chiare capacità.
(Esagramma 35, Grande Immagine)

Così il nobile mette in palio la sua vita
Per seguire la propria volontà.
(Esagramma 47, Grande Immagine)

Così il nobile decide i processi ed eseguisce le punizioni.
(Esagramma 55, Grande Immagine)

In linea generale un atteggiamento Yang comporta l’affermazione di se stessi e della propria personalità, per cui dovrà essere adeguatamente equilibrato con una particolare attenzione, Yin, alle necessità degli altri.
In tutti i casi è comunque necessario prestare attenzione ai “germi”, perchè Yin e Yang, positivo e negativo, espansione e contrazione si trasformano incessantemente l’uno nell’altro.

Il nobile considera l’alternarsi di pieno e vuoto, aumento e diminuzione; poichè questo è il corso del cielo.
(Esagramma 23, Commento alla Decisione)
Poiché in questo modo l’uomo diventa simile al cielo ed alla terra, egli non entra in contrasto con loro. La sua saggezza abbraccia tutte le cose e il suo Senso [Dao 道] ordina il mondo intero. Perciò egli non commette alcun errore. Egli opera ovunque, ma non si lascia trascinare in nessun luogo. Egli gode del cielo e conosce il destino. Perciò è libero da preoccupazioni. Egli è contento della sua situazione ed è genuino nella sua bontà. Perciò è capace di esercitare amore.
(Da Zhuan “Il Grande Commentario”, sez. 1, cap. 4, par. 4)

Questo è l’obiettivo del nobile: divenire capace di esercitare amore, verso se stesso, verso gli altri, verso l’ambiente sociale e naturale che lo circonda. Non si tratta di una visione romantica, volubile ed emozionale, ma di un’attitudine molto concreta, attiva e realistica.

Valter Vico

Consulenze e corsi di I Ching, Numerologia Orientale e Feng Shui

333.26.90.739, valter.vico@gmail.com

ViVa I Ching: la Numerologia e l'I Ching a Torino

IL VADEMECUM DEL NOBILE DI SPIRITO

Riporto qui di seguito tutti i testi delle sentenze e delle grandi e piccole immagini dell’I Ching in cui viene citata la figura del “nobile”. Solo in 11 esagrammi su 64 non se ne fa menzione e si fa invece riferimento ad altre figure esemplari: gli “antichi re” (esagrammi: 8, 16, 20, 21, 24, 25 e 59), il “sovrano” (esagrammi: 11 e 44), “l’uomo superiore” (esagramma 23) ed il “grande uomo” (esagramma 30). Ciò sta a significare che vi sono situazioni della vita in cui persino la virtù del nobile deve saper superare se stessa…
E’ interessante notare che il nobile viene citato principalmente nella “grande immagine”, cioè nei commentari ufficiali dell’I Ching che rappresentano la parte più recente del testo del Libro dei Mutamenti influenzata dalla scuola confuciana.
Comunque, nella buona o nella cattiva sorte, all’uomo “nobile” è sempre concessa una possibilità di sviluppo, di crescita e di evoluzione personale.

1.KKIENN – IL CREATIVO

L’IMMAGINE
Il moto del cielo è vigoroso.
Così il nobile rende se stesso forte ed instancabile.

Nove al terzo posto significa:
Il nobile è creativamente attivo tutto il giorno.

Ancora a sera è pieno di pensieri preoccupanti.
Pericolo. Nessuna macchia.

2. KKUNN – IL RICETTIVO

LA SENTENZA
Il ricettivo opera sublime riuscita.
Propizio per la perseveranza d’una cavalla.
Se il nobile ha da imprendere una cosa e vuol precedere
Egli si smarrisce; se invece segue egli trova guida.
Propizio è trovare amici nell’occidente e nel meridione,
Rinunciare ad amici nell’oriente e nel settentrione.
Tranquilla perseveranza reca salute!

L’IMMAGINE
Lo stato della terra è l’accogliente dedizione.
Cosi il nobile porta con l’ampiezza della sua natura
il mondo esteriore.

3. CIUNN – LA DIFFICOLTA’ INIZIALE

L’IMMAGINE
Nubi e tuono:
L’immagine della difficoltà iniziale.
Così il nobile opera districando e ordinando.

Sei al terzo posto significa:
Chi caccia il cervo senza guardacaccia

Non fa che smarrirsi nel bosco.
Il nobile comprende i segni del tempo,
E piuttosto rinuncia.
Continuare ad agire reca svergognamento.

4. MONG – LA STOLTEZZA GIOVANILE

L’IMMAGINE
Al piede del monte sgorga una fonte:
L’immagine della giovinezza.
Così il nobile alimenta agendo con cura e serietà il suo carattere.

5. SU – L’ATTESA

L’IMMAGINE
Nubi salgono nel cielo:
L’immagine dell’attesa.
Così il nobile mangia e beve, ed è lieto e fidente.

6. SUNG – LA LITE

L’IMMAGINE
Cielo e acqua si allontanano l’uno dall’altra:
L’immagine della lite.
Così il nobile, di ogni faccenda che imprende, pondera l’inizio.

7. SCI – L’ESERCITO

L’IMMAGINE
Entro alla terra è l’acqua:
L’immagine dell’esercito.
Così il nobile accresce, magnanimo verso il popolo, le sue masse.

8. PI – LA SOLIDARIETA’ [non compare]

9. SIAU CCIÙ – LA FORZA DOMATRICE PICCOLA

L’IMMAGINE
Il vento soffia nel cielo:
L’immagine della forza domatrice piccola.
Così il nobile raffina le forme esteriori del suo carattere.

10. LU – IL PROCEDERE

L’IMMAGINE
In alto è il cielo, in basso è il lago:
L’immagine del procedere.
Così il nobile distingue superiori ed inferiori.
E consolida in tal modo i sentimenti del popolo

11.TTAI – LA PACE [non compare]

12. PI – IL RISTAGNO

LA SENTENZA
Il ristagno.
Mala gente non è propizia
Alla perseveranza del nobile.
Il grande se ne va, il piccolo se ne viene.

L’IMMAGINE
Cielo e terra non si uniscono:
L’immagine del ristagno
Così il nobile si ritira sul suo valore interiore
Per sfuggire alle difficoltà.
Egli non si lascia onorare con appannaggi.

13. TTUNG JENN – LA COMPAGNIA FRA UOMINI

LA SENTENZA
Compagnia fra uomini all’aperto: riuscita.
Propizio è attraversare la grande acqua.
Propizia è la perseveranza del nobile.

L’IMMAGINE
Il cielo insieme al fuoco:
L ‘immagine della compagnia fra uomini.
Così il nobile ripartisce le stirpi e distingue le cose.

14. TA YU – IL POSSESSO GRANDE

L’IMMAGINE
Il fuoco su nel cielo:
L ‘immagine del possesso grande.
Cosi il nobile ostacola il male e favorisce il bene
Ed obbedisce così alla benigna volontà del cielo.

15. KKIENN – LA MODESTIA

LA SENTENZA
Modestia crea riuscita.
Il nobile porta a termine.

L’IMMAGINE
Dentro la terra sta un monte:
L’immagine della modestia.
Così il nobile diminuisce quello che è troppo,
Ed aumenta quello che è poco.
Egli pondera le cose e le rende uguali.

Sei all’inizio significa:
Un nobile modesto-modesto

Attraversi pure la grande acqua.
Salute!

Nove al terzo posto significa:
Un nobile meritevolmente modesto porta a termine.

Salute!

16. U – IL FERVORE [non compare]

17. SUI – IL SEGUIRE

L’IMMAGINE
In mezzo al lago sta il tuono:
L’immagine del seguire.
Così il nobile al tempo del crepuscolo rincasa
Per ristorarsi e riposare.

18. KU – L ‘EMENDAMENTO DELLE COSE GUASTE

L’IMMAGINE
Giù sotto il monte soffia il vento:
L’immagine dell’emendamento delle cose guaste.
Cosi il nobile scuote la gente
e ne rinvigorisce l’animo.

19. LINN – L’ AVVICINAMENTO

L’IMMAGINE
Al di sopra del lago è la terra:
L’immagine dell’avvicinamento.
Così il nobile è inesauribile nella sua intenzione di insegnare,
E senza limiti nel sopportare e proteggere il popolo.

20. KUANN – LA CONTEMPLAZIONE (L’ ASPETTO)

Nove al quinto posto significa:
Contemplazione della mia vita.

Il nobile è senza macchia.

Nove sopra significa:
Contemplazione della sua vita.

Il nobile è senza macchia.

21. SCI HO – IL MORSO CHE SPEZZA [non compare]

22. PPI – L’ AVVENENZA

L’IMMAGINE
Ai piedi del monte è il fuoco:
L’immagine dell’avvenenza.
Così il nobile procede nel mettere in chiaro
Le faccende correnti,
Ma egli non osa decidere con questo delle grandi questioni contese.

23. PO – LO SGRETOLAMENTO

Nove sopra significa:
Ecco un grosso frutto non ancora mangiato.

Il nobile riceve una carrozza.
All’ignobile si sgretola la sua casa.

24. FU – IL RITORNO (IL TEMPO DEL VOLGIMENTO) [non compare]

25. U UANG – L’INNOCENZA (L’INASPETTATO) [non compare]

26. TA CCIU – LA FORZA DOMATRICE GRANDE

L’IMMAGINE
Il cielo dentro il monte:
L ‘immagine della forza domatrice grande.
Così il nobile impara a conoscere molti detti
della remota antichità
E molti fatti del passato,
Per rinsaldare con essi il suo carattere.

27. I – GLI ANGOLI DELLA BOCCA (L’ALIMENTAZIONE)

L’IMMAGINE
Al piede del monte è il tuono:
L ‘immagine dell’alimentazione.
Così il nobile sta attento alle sue parole
Ed è moderato nel mangiare e nel bere.

28. TA KO – LA PREPONDERANZA DEL GRANDE

L’IMMAGINE
Il lago passa oltre le cime degli alberi:
L’immagine della preponderanza del grande.
Cosi il nobile quando sta solo è spensierato,
E quando deve rinunciare al mondo è intrepido.

29. KKANN – L’ ABISSALE

L’IMMAGINE
L’acqua scorre ininterrottamente e arriva alla meta:
L’immagine dell’abissale ripetuto.
Così il nobile incede in durevole virtù
Ed esercita l’arte dell’insegnante.

30. LI – IL RISALTANTE, IL FUOCO (L’ADERENTE) [non compare]

31. HIENN – L’INFLUENZAMENTO (LA DOMANDA DI MATRIMONIO)

L’IMMAGINE
Sopra il monte sta un lago:
L’immagine dell’influenzamento.
Così il nobile, essendo pronto ad accoglierli,
Lascia che gli uomini gli si avvicinino.

32. HONG – LA DURATA

L’IMMAGINE
Tuono e vento:
L ‘immagine della durata.
Così il nobile sta saldo e non muta l’indirizzo suo.

33. TUNN – LA RITIRATA

L’IMMAGINE
Sotto il cielo il monte:
L ‘immagine della ritirata.
Cosi il nobile tiene lontano l’ignobile,
Non irato, ma pacato.

34. TA CIUANG – LA POTENZA DEL GRANDE

L’IMMAGINE
Il Tuono sta su nel Cielo:
L ‘immagine della Potenza del Grande.
Così il nobile non calca sentieri che non corrispondono all’ordine.

Nove al terzo posto significa:
L’ignobile opera per potenza, il nobile non opera così.

Continuare a farlo è pericoloso.
Un capro urta contro una siepe
E s’impiglia le corna.

35. TSINN – IL PROGRESSO

L’IMMAGINE
Il sole s’innalza al di sopra della terra:
L’immagine del progresso.
Così il nobile rende splendenti le sue chiare capacità.

36. MING I – L ‘OTTENEBRAMENTO DELLA LUCE

L’IMMAGINE
La luce si è immersa nella terra:
L’immagine dell’ottenebramento della luce.
Così il nobile vive con la grande moltitudine:
Egli vela il suo splendore e rimane pur chiaro.

Nove all’inizio significa:
Ottenebramento della luce in volo.

Egli abbassa le sue ali.
Il nobile durante la sua peregrinazione per tre giorni
non mangia nulla.
Ma egli ha dove recarsi.
L’oste ha occasione di sparlare di lui.

37. KIA JENN – LA CASATA

L’IMMAGINE
Il vento scaturisce dal fuoco:
L’immagine della casata.
Così il nobile è coerente nelle sue parole
E costante nelle sue azioni.

38. KKUI – LA CONTRAPPOSIZIONE

L’IMMAGINE
Sopra il fuoco, sotto il lago:
L’immagine della contrapposizione.
Così il nobile conserva, pure in comunanza,
la sua particolarità.

39. KIENN – L ‘IMPEDIMENTO

L’IMMAGINE
Sul monte sta l’acqua:
L’immagine dell’impedimento.
Così il nobile si volge verso la propria persona
E coltiva il suo carattere.

40. HIE – LA LIBERAZIONE

L’IMMAGINE
Tuono e pioggia sorgono:
L’immagine della liberazione.
Così il nobile perdona errori e rimette colpe.

Sei al quinto posto significa:
Se appena il nobile può liberarsi, questo reca salute.

Mostra così all’ignobile che egli fa sul serio.

41. SUNN – LA MINORAZIONE

L’IMMAGINE
Al piede del monte sta il lago:
L’immagine della minorazione.
Così il nobile doma la sua ira e raffrena i suoi istinti.

42. I – L’ ACCRESCIMENTO

L’IMMAGINE
Vento e tuono:
L’immagine dell’accrescimento.
Così il nobile: quando scorge un bene egli lo imita;
Se ha dei difetti egli li lascia.

43. KUAI – LO STRARIPAMENTO (LA DECISIONE)

L’IMMAGINE
Il lago è salito al cielo:
L’immagine dello straripamento.
Così il nobile elargisce ricchezza verso il basso
Ed è schivo di soffermarsi presso la sua virtù.

Nove al terzo posto significa:
Essere potenti negli zigomi reca sciagura.

Il nobile è fermamente deciso.
Egli cammina solingo e finisce sotto la pioggia.
Ne viene inzaccherato e si mormora contro di lui.
Nessuna macchia.

44. KOU – IL FARSI INCONTRO [non compare]

45. TTSUI – LA RACCOLTA

L’IMMAGINE
Il lago è al di sopra della terra:
L’immagine della raccolta.
Così il nobile rinnova le sue armi
Per fronteggiare l’impreveduto.

46. SCIONG – L’ASCENDERE

L’IMMAGINE
In mezzo alla terra cresce il legno:
L’immagine dell’ascendere.
Così il nobile accumula in dedizione piccole cose,
Onde raggiungere elevatezza e grandezza.

47. KKUNN – L’ASSILLO (L’ESAURIMENTO)

L’IMMAGINE
Nel lago non vi è acqua:
L’immagine dell’esaurimento.
Così il nobile mette in palio la sua vita
Per seguire la propria volontà.

48. TSING – IL POZZO

L’IMMAGINE
Sopra il legno vi è acqua:
L’immagine del pozzo.
Così il nobile anima il popolo
E esorta gli uomini ad aiutarsi.

49. KO – IL SOVVERTIMENTO (LA MUDA)

L’IMMAGINE
Nel lago vi è fuoco:
L’immagine del sovvertimento.
Così il nobile ordina il calcolo del tempo
E rende chiari i tempi.

Sei sopra significa:
Il nobile muda come una pantera.

L’uomo comune muda in faccia.
Incamminarsi reca sciagura.
Dimorare in perseveranza reca salute!

50. TING – IL CROGIUOLO

L’IMMAGINE
Al di sopra del legno vi è fuoco:
L’immagine del crogiuolo.
Così il nobile assestando la posizione
consolida il destino.

51. CENN – L’ECCITANTE (LO SCUOTIMENTO, IL TUONO)

L’IMMAGINE
Tuono continuato:
L’immagine dello scuotimento.
Così il nobile temendo e tremando mette ordine nella sua vita
Ed esplora se stesso.

52. KENN – L’ ARRESTO (LA CALMA, LA QUIETE, IL SOSTARE, IL FERMARSI, IL MONTE)

L’IMMAGINE
Montagna serrata a montagna:
L’immagine della quiete.
Così il nobile col suo pensiero non va oltre
la sua situazione.

53. TSIENN – LO SVILUPPO (IL PROGRESSO GRADUALE)

L’IMMAGINE
Sul monte è un albero:
L’immagine dello sviluppo.
Così il nobile dimora in dignitosa virtù
Per migliorare i costumi.

54. KUI ME – LA RAGAZZA CHE VA SPOSA

L’IMMAGINE
Al di sopra del lago è il tuono.
L’immagine della ragazza che va sposa.
Così il nobile attraverso la perpetuità della fine
riconosce il caduco.

55. FONG – LA COPIA

L’IMMAGINE
Tuono e fulmine vengono entrambi:
L’immagine della copia.
Così il nobile decide i processi ed eseguisce le punizioni.

56. LU – IL VIANDANTE

L’IMMAGINE
Sul monte vi è fuoco:
L’immagine del viandante.
Così il nobile è chiaro e cauto nell’applicare
le punizioni e non tira per le lunghe i litigi.

57. SUNN – IL MITE, IL PENETRANTE, IL VENTO

L’IMMAGINE
Venti che si susseguono:
L’immagine del mite che penetra.
Così il nobile diffonde i suoi comandi.
Ed opera le sue faccende.

58. TUI – IL SERENO, IL LAGO

L’IMMAGINE
Laghi poggiati l’uno sull’altro:
L’immagine del sereno.
Così il nobile si riunisce con i suoi amici
Per discutere e per imparare.

59. HUANN – LA DISSOLUZIONE [non compare]

60. TSIE – LA DELIMITAZIONE

L’IMMAGINE
Al di sopra del lago vi è acqua:
L’immagine della delimitazione.
Così il nobile istituisce numero e misura ed indaga
Cosa siano virtù e retto cammino.

61. CIUNG FU – LA VERACITÀ INTRINSECA

L’IMMAGINE
Al di sopra del lago è il vento:
L’immagine della veracità intrinseca.
Così il nobile discute le faccende penali.
Per sospendere esecuzioni capitali.

62. SIAU KO – LA PREPONDERANZA DEL PICCOLO

L’IMMAGINE
Sul monte è il tuono:
L’immagine della preponderanza del piccolo.
Così il nobile nel comportamento
Pone la preponderanza sull’ossequio,
In avvenimenti luttuosi pone la preponderanza sul cordoglio,
Nelle sue spese pone
La preponderanza sulla parsimonia.

63. KI TSI – DOPO IL COMPIMENTO

L’IMMAGINE
L’acqua è al di sopra del fuoco:
L’immagine dello stato dopo il compimento.
Così il nobile pondera la disgrazia e se ne premunisce a tempo.

64. UE TSI – PRIMA DEL COMPIMENTO

L’IMMAGINE
Il fuoco è al di sopra dell’acqua:
L’immagine dello stato prima del compimento.
Così il nobile è prudente nel distinguere le cose,
Onde ciascuna vada al suo posto.

Le citazioni sono tratte da:
I King. Il Libro dei Mutamenti – (a cura di) R. Wilhelm – ed. Astrolabio Ubaldini e da
I Ching. Il Libro dei Mutamenti – (a cura di) R. Wilhelm – ed. Adelphi

Annunci