Riporto un esempio di consultazione dell’I Ching tratto da un mio caso personale che ha avuto un ruolo importante nella mia vita e nel mio rapporto con il Libro dei Mutamenti.

Nel 2000 è nata mia figlia, Livia. Durante il parto è stata tirata per il braccio ed ha subito una paralisi del braccio sinistro a causa dello “stiramento del plesso brachiale”, cioè una lesione dei nervi che governano l’arto.
La preoccupazione principale delle varie figure mediche ed ospedaliere era stata soprattutto quella di minimizzare l’accaduto per cui abbiamo subito ricevuto molte rassicurazioni ed iniezioni di ottimismo, ma nessuna indicazione reale sul da farsi.
Ben presto mia moglie ed io abbiamo iniziato ad informarci autonomamente e ci siamo subito resi conto che la lesione poteva avere conseguenze molto gravi: in una alta percentuale dei casi il decorso è completamente negativo e l’arto rimane paralizzato per sempre.
In quella situazione avevo consultato l’I Ching chiedendo consiglio su come fosse meglio comportarsi.
Ci siamo poi mossi utilizzando il meglio di ciò che offrono la scienza e le discipline olistiche. Nell’arco di 6 mesi Livia aveva iniziato a muovere prima la mano e dopo alcuni mesi anche il braccio. Secondo gli specialisti il suo recupero, in relazione alla situazione iniziale, è stato non solo completo, ma decisamente superiore alle aspettative.

Vediamo ora gli esagrammi calcolati (9 e 61) all’epoca ai quali ho aggiunto i miei commenti ed una libera traduzione del testo che ho adattato io stesso alla situazione considerando che nella scrittura cinese non vi sono declinazioni verbali, maschili o femminili, singolari o plurali.

9 – PRENDERSI CURA DELLA PICCOLA

Va subito notato che il trigramma inferiore è Il Cielo



che rappresenta, fra l’altro, il sistema nervoso; mentre il trigramma intrinseco inferiore è La Palude
– –


che significa anche rompere o tagliare.
Quindi: nervi tagliati.

LA SENTENZA

La cura della piccola ha riuscita.
Dense nubi, ma nessuna pioggia dalle nostre contrade occidentali.

Il responso è positivo se ci si prende cura della piccola.

Le nubi si addensano nei nostri pensieri, ma non pioverà ed il cielo tornerà limpido.

Le nubi vengono da occidente dove si trovava la patria di Re Wen a cui è tradizionalmente attribuito il testo delle sentenze dell’I Ching.
Re Wen era stato imprigionato da un sanguinario tiranno, ultimo esponente della dinastia Shang, di cui era vassallo e rivolgeva lo sguardo malinconico verso le sue terre pensando al destino che attendeva lui e la sua famiglia. Destino che si rivelerà poi glorioso quando i suoi figli avranno rovesciato la tirannia Shang ed instaurato la nuova grande dinastia Zhou.

L’idea dell’eccesso di acqua che però non trabocca deriva dalla composizione del trigramma inferiore, Il Cielo, e del trigramma intrinseco inferiore, La Palude, che formano l’esagramma:
– –





43 – Lo Straripamento.
Quindi siamo arrivati in prossimità del limite dello straripamento, come annunciano le nubi, ma tale limite non è stato superato, per cui non piove. Ciò indica anche che nel caso specifico la lesione è grave, ma non definitiva.

Combinando invece il trigramma superiore, Il Vento, ed il trigramma intrinseco superiore, Il Fuoco, si ottiene l’esagramma:


– –

– –

37 – La Casata (Persone della famiglia)
che rappresenta il legame genetico con i propri ascendenti e discendenti.

Riassumendo: dense nubi si addensano sulla famiglia, ma non pioverà.

L’IMMAGINE

Il vento soffia nel cielo: l’immagine della cura della piccola.
Così il nobile con bontà e dolcezza affina le sue capacità.

Questa è una chiara indicazione su come procedere. Per me ha anche rappresentato uno stimolo a studiare a fondo il caso clinico, sia dal punto di vista scientifico che olistico, e ad approfondire ed utilizzare personalmente tutti i metodi di Shiatsu, di Craniosacrale e di Tecnica Fasciale che potevano essere utili allo scopo.

9 AL TERZO POSTO

Si staccano i raggi delle ruote del carro.
Marito e moglie stralunano gli occhi

Quale immagine può rendere meglio l’idea di un fascio di nervi che si sfilaccia?
Quale immagine può rappresentare meglio lo sconcerto ed il disorientamento iniziale della nostra famiglia?

61 – LA GIUSTA CONFIDENZA



– –
– –

LA SENTENZA

Porci e pesci.
Salute!
E’ propizio attraversare la grande acqua.
Propizia è perseveranza.

Porci e pesci rappresentano, rispettivamente, il legame con i propri ascendenti e con i propri discendenti. Il maiale era l’offerta tipica ai propri antenati durante i riti. Il pesce era il piatto principale del banchetto nuziale.
Quindi: salute nella propria discendenza

Attraversare la grande acqua è una formula tipica dell’I Ching che significa che è necessario superare le proprie paure e gettarsi in un’impresa nuova, che sarà propizia se si saprà essere perseveranti.

L’IMMAGINE

Il vento soffia sulla palude: così il nobile rivede la sua sentenza e sospende la condanna capitale.

Non si tratta di una condanna definitiva ed inappellabile come potevamo aver pensato pessimisticamente in un primo momento. Bisogna avere la Giusta Confidenza nelle nostre risorse e nelle forze naturali di autoguarigione.

Valter Vico
333.26.90.739, valter.vico@gmail.com
Consulenze Numerologiche e consultazioni dell’I Ching su appuntamento o via posta elettronica
Corsi di I Ching e Numerologia Orientale

WiChing_med