Il blog The Sixties, nell’articolo “The 20 Greatest Beatles Songs”, riporta la testimonianza di Chris Difford su come George Harrison si ispirò all’I Ching nel comporre “While My Guitar Gently Weeps” (1968): “George era quello che era tornato dall’India con un risveglio spirituale che l’avrebbe accompagnato per tutto il resto della sua vita, mentre gli altri tornavano indietro solo con le cartoline. Arrivò al testo della canzone utilizzando l’I Ching: aprì a caso il libro e la prima frase che lo colpì fu “gently weeps”, così costruì il brano intorno ad essa”.

Il termine “weep” (piangere) compare nella versione inglese del Libro dei Mutamenti (Wilhelm-Baynes) in due occasioni: nel testo dell’esagramma 13, La Compagnia fra Uomini (“il gruppo musicale”), ed in quello dell’esagramma 56, Il Viandante (“il solista”). E’ interessante notare come ciò descriva bene la storia dei Beatles.

In inglese:

Hexagram 13 – Nine in the fifth place means:
Men bound in fellowship first weep and lament,
But afterward they laugh.
After great struggles they succeed in meeting.

Hexagram 56 – Nine at the top means:
The bird’s nest burns up.
The wanderer laughs at first,
Then must needs lament and weep.
Through carelessness he loses his cow.
Misfortune.

La traduzione italiana:

Esagramma 13. TTUNG JENN – LA COMPAGNIA FRA UOMINI
Nove al quinto posto significa:
Gli uomini compagni piangono prima e gemono,
Ma poscia ridono.
Dopo grandi lotte riescono ad incontrarsi.

Esagramma 56. LU – IL VIANDANTE
Nove sopra significa:
All’uccello brucia il nido.
Il viandante prima ride,
Poi deve gemere e piangere.
Egli perde la vacca in leggerezza. Sciagura!

Questa è una recente cover del brano realizzata da Carlos Santana (con Indie Arie & Yo-Yo Ma).

 

I testi degli esagrammi sono tratti da: I King. Il Libro dei Mutamenti – (a cura di) R. Wilhelm – ed. Astrolabio Ubaldini.

Annunci