Zhuang Zi

Supponiamo che io discuta con te e che tu abbia la meglio su di me e che io non abbia la meglio su di te, ciò significa che tu hai veramente ragione e che io ho veramente torto? Se io ho la meglio su di te e tu non hai la meglio su di me, ciò significa che io ho veramente ragione e che tu hai veramente torto? Abbiamo entrambi ragione o abbiamo entrambi torto?

Se né io né tu possiamo saperlo, un terzo sarebbe certamente nella stessa oscurità. Chi potrebbe stabilire chi ha ragione? Supponiamo di trovare qualcuno che la pensi come te: come potrebbe decidere chi ha ragione se la pensa come te? Supponiamo di trovare qualcuno che la pensi come me: come potrebbe decidere chi ha ragione se la pensa come me? Se perciò né io né tu né un terzo possiamo decidere, dovremo forse cercare un altro?

Che cosa significa armonizzarsi secondo i limiti naturali? Quando dici “giusto” e “non giusto”, “vero” e “non vero”, anche se il “giusto” è effettivamente giusto, la differenza fra “giusto” e “non giusto” resta indefinita; anche se il “vero” è effettivamente vero, la differenza fra “vero” e “non vero” resta indefinita.

Tra parole e realtà può non esserci alcuna relazione. Armonizzati secondo i limiti naturali e lascia andare: questa è la via per vivere il maggior numero di anni. A questo punto dimentichi l’età, dimentichi le convenzioni e fiorisci affidando tutto all’infinito.

(Zhuang Zi, 2 – da L’essenza del Tao, Thomas Cleary, ed. Mondadori)

Annunci